cerca per nome
 cercami

mostra carracci

museo civico archeologico, bologna, italia

progetto: architetto corrado anselmi

progetto illuminotecnico: studio barbara balestreri, UpO Viabizzuno

rivenditore Viabizzuno: arredoluce, bologna

responsabile tecnico di zona: matteo vivian

corpi illuminanti

la mostra monografica su annibale carracci, il pittore seicentesco che è stato più volte considerato uno dei più grandi artisti bolognesi di tutti i tempi, ricostruisce il percorso dell'artista, dalla giovinezza vissuta a bologna fino alla maturità trascorsa a roma. l'esposizione comprende una straordinaria varietà e ricchezza della sua opera suddivisa in un percorso di otto sezioni che ripercorrono l'evoluzione dello stile del più noto dei tre carracci.gli 80 disegni, gli 80 dipinti e le incisioni, ritraggono soggetti vari passando dal genere basso, agli autoritratti, fino ad arrivare alle pale d'altare in cui ‘il nuovo raffaello' rendeva il ‘vero e il vivo' con atteggiamento realista. la sua attività artistica volta a restituire dignità e verità al mestiere della pittura atraverso uno strenuo confronto con il naturale è stato l'elemento principale con il quale il progetto di luce si è dovuto confrontare. il progetto all'interno dell'esposizione valorizza l'opera di carracci divenendo un elemento di comunicazione che sottolinea sia il percorso artistico del pittore che la sua poetica del vivo. il progetto di illuminazione, dovendo tener conto anche delle esigenze di conservazione dei dipinti, è stato dunque sviluppato attraverso il rapporto mutevole tra luce diretta sulle opere e luce indiretta architettonica. l'uso della luce naturale di annibale carracci ha ispirato e suggerito le atmosfere rivelatrici di un racconto in cui il visitatore è coinvolto intellettualmente ed emotivamente. una luce più tenue e diffusa sui disegni (in funzione dei pochi lux richiesti dal materiale di supporto: max 50 lux), si alterna ad una luce più diretta e concentrata per mettere in risalto i colori e le pennellate dei dipinti. per fare questo sono stati utilizzati apparecchi illuminanti tessera e spot one da parete. ad integrazione della luce diretta, è stata progettata una luce scenografica architettonica, in grado di sottolineare le differenze stilistiche dell'artista: per i primi periodi la penombra e la sola luce diretta sulle opere che ne esalta la drammaticità ed il realismo; per il periodo dell'accademia degli incamminati le volte si illuminano con fasci stretti di luce calda; una luce diffusa e delicata illumina le volte dei periodi romani, assumendo colorazione fredda nelle sale in cui vi sono opere con paesaggi e figure sacre, e calda e raccolta nelle sale in cui sono esposti i delicati disegni. la mostra si conclude con il grande dipinto della pietà messo in risalto da una luce di taglio concentrata sull'opera immersa nel buio. l'allestimento e la flessibilità degli apparecchi hanno consentito di razionalizzare il sistema di illuminazione, evitando l'abbagliamento e la riflessione sui grandi dipinti ad olio, rispondendo alle varie esigenze di fonti e intensità di luce.
annibale carracci: nasce a bolina nel 1560. la famiglia di annibale non aveva


una tradizione artistica, ciò nonostante ci furono ben sei pittori che si affermarono nel loro campo: il fratello maggiore agostino ed il cugino ludovico furono i due più famosi. annibale fu tra i più grandi maestri nell'arte del disegno di tutta la storia dell'arte europea. eseguì moltissimi disegni nei generi e con i mezzi più svariati, quelli più famosi sono i nudi realizzati su modelli dal vero nell'ambito della meticolosa preparazione dei suoi dipinti figurativi. i suoi disegni sono sempre stati apprezzati e figurano nelle collezioni più importanti. il vero capolavoro di carracci sono gli affreschi della galleria farnese. il progetto si articola in varie scene tratte dalla mitologia classica, che celebrano il potere dell'amore.

lingua selezionata: italiano | english | français | Deutsch | español | 中文

www.viabizzuno.com | www.viabizzunomercato.com

legal notice | abbonati al report | Facebook Pinterest instagram

Viabizzuno srl italia via romagnoli 10 40010 bentivoglio (bo) C.F./P.IVA e iscrizione registro imprese di bologna n. 01614551206 - REA n. 351858 - capitale sociale 5.000.000,00 euro i.v.