cerca per nome
 cercami

ospedale degli infermi

faenza, italia

progetto: architetto vittorio laghi

progetto illuminotecnico: pm, upo Viabizzuno

rivenditore Viabizzuno: venturelli arte & luce, faenza ravenna

responsabile tecnico di zona: fabio della rosa

corpi illuminanti

l'attuale ospedale civile di faenza, denominato “degli infermi”, fu fondato intorno alla metà del secolo XVIII. l'iniziativa fu sostenuta dallo stato pontificio con l'accordo iniziale della rappresentanza del governo cittadino. nei circa ottanta posti letto di quest'ultimo venivano ricoverati esclusivamente ammalati acuti (“febbricitanti”), suddivisi per sesso; venivano inoltre isolati gli infettivi e gli ammalati mentali. l'arrivo del francesi alla fine del secolo XVIII pone fine alla conduzione dell'ospedale da parte dell'ordine. Un rilevante adeguamento della struttura dettato dall'esigenza di ubbidire a nuovi criteri assistenziali e igienici si avrà alla fine del secolo XIX. nonostante le aggiunte e le ristrutturazioni che si sono poi succedute fino ad oggi resta “leggibile” l'impianto originario e di fine ottocento.
nel 1753 iniziano i lavori per la costruzione dell'ospedale il cui progetto originario è dell'arch. gianbattista campidori.
l'impianto distributivo venne poi integrato e parzialmente modificato, ad eccezione del fabbricato prospiciente su corso mazzini in cui hanno sempre trovato collocazione la chiesa e l'ingresso principale. il programma di recupero dell'ospedale di faenza ha come obiettivo il consolidamento, il ripristino e il restauro degli elementi strutturali di particolare pregio e finitura, quali le colonne e gli affreschi dell'atrio benefattori, la cupola sovrastante la scala monumentale, con il consolidamento delle strutture lignee e delle decorazioni pittoriche. il tutto anche attraverso un nuovo impianto di illuminazione capace di restituire autenticità e garantire sicurezza, nel pieno rispetto della normativa. si è prevista una doppia collocazione per i corpi illuminanti, all'interno del percorso e all'esterno, con la base posizionata sul capitello. all'interno indirizzano il fascio verticale verso l'asse longitudinale della colonna per valorizzare la successione degli elementi strutturali, all'esterno permettono di apprezzare le opere pittoriche. per la scala monumentale con la imponente volta che la sovrasta, sono stati scelti corpi illuminanti ad azione indiretta che salvaguardano la più corretta tonalità luminosa e la resa cromatica delle decorazioni. per la sicurezza sono stati scelti punti luce ad incasso e a filo intonaco, utilizzati anche in prossimità delle principali uscite di sicurezza.

lingua selezionata: italiano | english | français | Deutsch | español | 中文

www.viabizzuno.com | www.viabizzunomercato.com

legal notice | abbonati al report | Facebook Pinterest instagram

Viabizzuno srl italia via romagnoli 10 40010 bentivoglio (bo) C.F./P.IVA e iscrizione registro imprese di bologna n. 01614551206 - REA n. 351858 - capitale sociale 5.000.000,00 euro i.v.