cerca per nome
 cercami

casa campanale

padova

progetto: domenico de palo

progetto illuminotecnico: domenico de palo

rivenditore Viabizzuno: sonepar, vincenzo roberto

responsabile tecnico di zona: francesco campanella

corpi illuminanti

casa campanale si sviluppa su un primo e un secondo piano, a questi si accede attraversando un ingresso al piano terreno dove si trovano un ascensore di cristallo a vista e una grande scala completamente bianca illuminata da clv2. in cima alla scala, quasi come una quinta scenica, un quadro illuminato da spot in metallo verniciato grigio di ampie dimensioni nasconde le pareti retrostanti ed un corridoio che serve le differenti stanze. il corridoio, decorato con boiserie, è illuminato da clv1 incassati con cristalli in sospensione che aiutano a segnare il percorso. qui si trova la zona notte, anch'essa completamente dipinta di color bianco: ogni porta è a scrigno con maniglie in acciaio opaco firmate philippe starck e sedie nere illuminate da clv2 che conferiscono un'ulteriore eleganza all'interno. il colore chiaro dell'appartamento enfatizza infatti i dettagli preziosi degli oggetti di design, dei corpi luminosi e dei materiali utilizzati. il bagno padronale ha una quinta muraria a forma di L rivestita di tessere di mosaico color oro e quattro lampade quadra a illuminarle; il bagno personale è ricoperto in foglia d'oro. alla parete il colore bianco è illuminato da nove dodò, disegnate da domenico de palo per Viabizzuno, posizionate in modo asimmetrico, tali da creare una scultura nel muro dove l'ombra diviene spessore: quando il corpo illuminante si accende i vuoti sembrano divenire pieni e le parti buie si illuminano, il vuoto che di giorno è riempito di ombra, di notte fa nascere la luce. salendo al piano superiore, la zona giorno è illuminata naturalmente da grandi vetrate che circondano una corte interna mentre di notte la luce artificiale è quella dei corpi illuminanti m1 medio e c1. gli ambienti della cucina e il soggiorno sono separati da un camino bifacciale, ricoperto in foglia d'oro e sono arredati con sedute (sgabelli e poltroncine) moroso in color rosso e un tavolo wenghè; l'isola della cucina è celata dietro al camino. una chaise longue ed un morbido divano in pelle rossa sono pensati per accogliere gli ospiti in salotto illuminati da clv2 e m1 medio.
scrigno: sostantivo maschile singolare, derivato dal termine latino
‘crinium' che significava scatola o cassetta in cui riporre carte, lettere, essenze, unguenti ed altri piccoli oggetti preziosi; 1. da qui deriva il significato odierno più comune: forziere destinato a custodire denaro e cose di valore. 2. in senso figurato il termine scrigno compare anche in locuzioni quali: ‘essere uno scrigno di virtù, di bontà, di saggezza' e quindi simbolicamente vuol dire possedere tali qualità in sommo grado. 3. anticamente il termine scrigno indicava anche la gobba di persone o animali, in modo particolare nel cammello. 4. nelle costruzioni il termine scrigno viene utilizzato per indicare controtelai per porte scorrevoli ed infissi a scomparsa per interni ed esterni (scrigno è il nome della prima azienda che ha brevettato tale sistema).

lingua selezionata: italiano | english | français | Deutsch | español | 中文

www.viabizzuno.com | www.viabizzunomercato.com

legal notice | abbonati al report | Facebook Pinterest instagram

Viabizzuno srl italia via romagnoli 10 40010 bentivoglio (bo) C.F./P.IVA e iscrizione registro imprese di bologna n. 01614551206 - REA n. 351858 - capitale sociale 5.000.000,00 euro i.v.