cerca per nome
 cercami

padiglione italia, 12ma biennale di architettura, venezia 2010

venezia

progetto: francesco librizzi studio e salotto buono

committente: la biennale di venezia

progetto illuminotecnico: mario nanni

corpi illuminanti

il passato, il presente e il futuro si declinano nel progetto di luce di mario nanni per il padiglione italia alla 12ma biennale di architettura di venezia.
'people meeting architecture', questo il titolo dell'edizione curata dal premio pritzker kazuyo sejima: un tema complesso che sottolinea l'esigenza di avvicinare l'architettura agli individui e farne strumento di dialogo sociale. il progetto della luce raccoglie questa sfida: è una luce narrativa, comunicativa, tecnica ed emozionale al tempo stesso. il progetto di allestimento si è risolto in un'esposizione semplice ed essenziale che, anche se annunciata da un titolo positivamente ermetico come 'ailati. riflessi dal futuro', è andata incontro ai visitatori del padiglione italia con grande chiarezza argomentativa. l'esposizione mette in luce un' 'italia' vista allo specchio, 'ai lati', appunto. il padiglione è stato suddiviso in tre macro aree: 'amnesia del presente. 1990-2010' (il passato); 'laboratorio italia' (il presente); 'italia 2050', dedicata ad una proiezione dell'architettura italiana del futuro. tre corpi illuminanti speciali sono stati progettati come strumenti al servizio dell’architettura e non come oggetti invasivi: la luce giusta per enfatizzare i punti strategici del percorso espositivo diviso nelle tre macro aree a tema: il presente, il passato e il futuro. una speciale bacchetta di luce dotata di led di tre temperature colore diverse, gestibili in modo da ottenere la tonalità di bianco desiderata, ritma lo spazio adibito all’esposizione dei progetti del presente, come segni grafici sospesi a soffitto che disegnano nell’aria un codice di luce che dà la lettura dei contenuti sottostanti. questo spazio è stato concepito come un laboratorio: disegni di progetto, modelli e fotografie sono stati sistemati su una distesa di teche orizzontali, quasi a suggerire la dimensione del tavolo da lavoro affollato da elaborati di progetto. un sottilissimo profilo cablato a tutta luce viene invece utilizzato per disegnare gli spigoli architettonici dello spazio, per definirne le architetture, tramite le loro ombre. una speciale composizione del profilo c2 è stata studiata per creare un segnale, la luce guida che porta il visitatore dinnanzi all’oggetto espositivo che racconta la storia del passato delle biennali, una luce narrativa e architettonica al tempo stesso che segna il soffitto di un curioso buco nero in cui si incrociano storie e fenomeni decisivi per comprendere anche la situazione attuale. lo spazio del futuro è visionario e suggestivo, contraddistinto da una luce più dinamica e misteriosa che scende dall’alto indicando i punti significativi del percorso, enfatizzando la sospensione del volume espositivo.

lingua selezionata: italiano | english | français | Deutsch | español | 中文

www.viabizzuno.com | www.viabizzunomercato.com

legal notice | abbonati al report | Facebook Pinterest instagram

Viabizzuno srl italia via romagnoli 10 40010 bentivoglio (bo) C.F./P.IVA e iscrizione registro imprese di bologna n. 01614551206 - REA n. 351858 - capitale sociale 5.000.000,00 euro i.v.