cerca per nome
 cercami

biblioteca e museo delle icone del convento di s. antonio

bologna, italia

progetto: a+10 architettura design

committente: provincia minoritica di cristo re

direttore lavori: daniel damia

progetto illuminotecnico: daniel damia, paola tagliavini, maicol fedrigo

responsabile tecnico di zona: maicol fedrigo, m.fedrigo@viabizzuno.com

foto: a+10 architettura design

corpi illuminanti

la biblioteca del complesso conventuale di s. antonio da padova a bologna è stata completamente rinnovata, ampliandosi per rispondere alla crescita del patrimonio librario e al tempo stesso divenire più funzionale per i visitatori. la ristrutturazione ha riguardato gli ambienti situati al piano seminterrato e rialzato interessando, oltre alla biblioteca, anche la scuola teologica, con la creazione di un suggestivo ‘museo delle icone’ che raccoglie parte di una collezione privata di icone russe appartenente ai frati che vanno dal XVII agli inizi del XX. il percorso espositivo comprende 100 icone, la cui valorizzazione è affidata principalmente alla luce che fa rivivere un’atmosfera di raccoglimento e preghiera e richiama la luce della candela, fonte luminosa che nei secoli ha accompagnato queste opere sia nelle chiese che nelle abitazioni private. ogni icona è illuminata da faretti a led zero orientabile con ottiche da 8° e 30° e potenza 1 o 2 watt; inoltre è stato studiato un sistema che permette di creare diversi scenari, illuminando solo alcuni gruppi di icone a seconda delle diverse ricorrenze religiose. anche l’illuminazione del corridoio è stata progettata per restituire al convento un’atmosfera di raccoglimento, utilizzando elementi ad incasso che simulano la nicchia con candela, integrati dai corpi illuminanti mosaico e catena che esaltano particolari architettonici o opere d’arte. la luce naturale diurna ha un ruolo principale in tutto il progetto, per questo si è cercato di ricercare lo stesso equilibrio anche nella progettazione della luce notturna, che accompagna il percorso in modo silenzioso come una preghiera per tutto il convento. dal corridoio centrale in posizione di cerniera tra l’ala est e quella centrale è stato realizzato ex novo il principale collegamento verticale del sistema biblioteca: una scala in linea che occupa la metà dello spazio di collegamento per una larghezza di circa 90cm e fornisce l’accesso ai locali di consultazione e di archivio. la scala, in struttura metallica rivestita in travertino, si appoggia ad un setto centrale, analogamente rivestito, che attraversa in altezza il doppio volume, facendo da parapetto alla passerella del livello superiore. la scala e la passerella sono sganciate dai muri laterali: questa soluzione mantiene distinti il nuovo intervento dall’esistente permettendo una chiara lettura e interpretazione del progetto e conferendo all’insieme un notevole senso di leggerezza. la razionalizzazione degli spazi al piano interrato ha consentito di utilizzare locali destinati a cantine e depositi trasformandoli in luoghi raccolti, suggestivi e funzionali. il deposito è stato ampliato e consolidato e oggi vanta un sistema di archiviazione all’avanguardia in grado di contenere 2300 libri più altri 300 nella zona dedicata all’archivio storico. tra l’ufficio distribuzione e la sala consultazione troviamo l’archivio del ‘fondo antico’, cuore della biblioteca, volutamente lasciato a vista da una grande vetrata. in generale l’intervento ha riportato in luce e messo in risalto gli elementi architettonici e le suddivisioni spaziali originarie, attraverso l’uso del vetro come divisorio e la realizzazione su disegno di tutte le librerie in nicchia, realizzate con gli stessi materiali delle teche. anche i paramenti murari al piano seminterrato sono stati restaurati e conservati ove possibile. per mettere in risalto il carattere austero dell’intervento progettuale tutti i pavimenti sono stati sostituiti con un travertino classico, resinato e spazzolato su disegno ‘a casellario’ che in modo discreto accompagna l’utente in tutti i percorsi, così come la luce, elemento silenzioso e allo stesso tempo distintivo di tutto l’intervento aree esterne comprese.

lingua selezionata: italiano | english | français | Deutsch | español | 中文

www.viabizzuno.com | www.viabizzunomercato.com

legal notice | abbonati al report | Facebook Pinterest instagram

Viabizzuno srl italia via romagnoli 10 40010 bentivoglio (bo) C.F./P.IVA e iscrizione registro imprese di bologna n. 01614551206 - REA n. 351858 - capitale sociale 5.000.000,00 euro i.v.