cerca per nome
 cercami

piazza ohm

milano

progetto: corvino + multari architetti

committente: comune di milano - settore arredo urbano e verde

direttore lavori: arch. giovanni multari

rivenditore Viabizzuno: Viabizzuno inmilano

responsabile tecnico di zona: matteo vivian, m.vivian@viabizzuno.com

foto: studio f64 paolo cappelli & maurizio criscuolo

piazza ohm, a sud del naviglio grande, è l’incrocio di cinque strade, importanti flussi di traffico in ingresso ed in uscita dalla città, nella parte sud-ovest della fascia periurbana milanese.
tale contesto, fortemente disomogeneo, ha la propria singolarità e specificità nei fenomeni di più lunga durata:
il naviglio grande, la traccia di via santa rita da cascia con il santuario, il sedime del cavalcavia don lorenzo milani con le vecchie fabbriche, il segno della storica via morimondo che segue l’asse di inclinazione della pianura padana e la non lontana chiesa di san cristoforo, nodo principale di uno dei pochi frammenti di tessuto urbano medievale rimasti a milano.
il progetto definisce questi come gli elementi dell’intero piano di riqualificazione e su questi elementi lavora, tentando di recuperare una evidente perdita del rapporto tra il disegno del suolo e la costruzione dell’edificato, in un luogo nevralgico del traffico veicolare.
l’idea proposta conserva il sistema della viabilità, definendo nuove sezioni stradali e ambiti pedonali che operano la messa in campo dello spazio urbano, orientato da una logica policentrica: la superficie di spazio pubblico, attraverso una vegetazione ritrovata, si diffonde per tutta l’area di intervento aumentando quantitativamente e qualitativamente gli spazi di relazione in questa porzione di città.
in questo scenario la complessità della città contemporanea viene qui fissata senza rinunciare ad alcun elemento: pedoni, biciclette, auto, trasporto pubblico, edifici singoli ed in cortina, vecchie fabbriche, strade, infrastrutture etc., trovano un “ordine” ed una “scena”.

il tema compositivo può essere riassunto in due temi:
il primo è la definizione di piazza ohm attraverso l’ampliamento significativo delle sedi pedonali che consentono un disegno di percorsi a più velocità trasformando uno svincolo viabilistico in una piazza dove, a fianco dell’attraversamento pedonale veloce, è presente uno spazio di qualità per la sosta e le relazioni sociali. simbolo di questa rivitalizzazione della piazza è il termometro di luce, che diventa manifesto interattivo della nuova piazza. un sistema illuminotecnico composto da due elementi, sull’asse storico di via morimondo, alti 12 m, comunica, attraverso la luce, il variare del tempo e delle stagioni.
il secondo, altrettanto importante, è l’aumento della dotazione di verde che, nella combinazione delle essenze scelte, il bosso e l’ontano bianco betulaceo, diventa paesaggio urbano e scenario ideale per uno spazio pubblico determinato sia da spazi marginali che disegnano percorsi esterni adatti all’attività fisica, sia da spazi inclusi tra un’oasi e l’altra, segnalati da un cambio di pavimentazione e che favoriscono la sosta.

lingua selezionata: italiano | english | français | Deutsch | español | 中文

www.viabizzuno.com | www.viabizzunomercato.com

legal notice | abbonati al report | Facebook Pinterest instagram

Viabizzuno srl italia via romagnoli 10 40010 bentivoglio (bo) C.F./P.IVA e iscrizione registro imprese di bologna n. 01614551206 - REA n. 351858 - capitale sociale 5.000.000,00 euro i.v.