viabizzuno

worldes

world

w project
ubicaciòn:tel aviv, israele
proyecto:mano shallem
proyecto luminotécnico:tzach cohen
foto:oded smadar
il progetto è stato ideato per un collezionista d’arte, quindi il nostro obiettivo principale era quello di creare un effetto che facesse risaltare le opere d’arte. volevamo dare all’arte il rispetto che merita, con un’illuminazione diretta, ma senza attirare l’attenzione sulla fonte luminosa. per questo abbiamo utilizzato dei corpi illuminanti minimalisti che non rubassero la scena all’arte. l’illuminazione generale delle opere presenti nella casa è stata realizzata con 094 system, integrando illuminazione di interni e luci spot. in alcune ambienti dell’attico invece abbiamo voluto utilizzare corpi illuminanti che costituissero il focus principale e catturassero completamente l’attenzione. così per la cucina abbiamo usato peled, creando una sorta di divisorio tra il soggiorno, uno spazio in cui regna la calma e in cui si sublimano la saggezza e l’arte, e la cucina, che rappresenta invece una zona di lavoro pratico. nei bagni era molto importante utilizzare apparecchi di illuminazione pratici e dalle linee pulite. per questo abbiamo scelto i prodotti n55, la soluzione ideale per illuminare la rasatura e il make-up, che grazie al design minimale si integravano perfettamente con lo stile dei bagni. la camera padronale è arricchita da un tocco decorativo: sempre mia è appesa in un angolo della stanza, un gioiello prezioso che fa risplendere l’ambiente in modo molto discreto e funzionale. il nostro concept è sempre quello di progettare l’illuminazione nel modo più minimalista e pratico possibile, utilizzando solo pochi corpi illuminanti decorativi, che facciano risplendere lo spazio come gioielli

scroll

mouse

HTML 4.01 Valid CSS Page loaded in: 2.945 - Powered by Simplit CMS